Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Working Holiday Visa: il visto migliore per trasferirsi in Australia

Working Holiday Visa: il visto migliore per trasferirsi in Australia

INDICE

Tra i visti più conosciuti e più utilizzati dagli italiani che vogliono trasferirsi in Australia c’è senza dubbio il Working Holiday Visa (WHV – sottoclasse 417). Il motivo sono i numerosi vantaggi che questo particolare visto possiede, tra i quali la facilità di applicazione, il basso costo economico e l’elevata risposta positiva, e quindi di rilascio, da parte del governo australiano. In questo articolo ci concentreremo nel darti tutte le informazioni per il primo dei tre Working Holiday Visa che avrai a disposizione, ossia quello che potrai eventualmente utilizzare quando deciderai di trasferirti in Australia per la prima volta.

Che requisiti devi avere per RICHIEDERE IL WORKING HOLIDAY VISA?

  • Età compresa tra i 18 e i 35 anni (36 non compiuti);
  • essere in possesso di un passaporto valido;
  • farne domanda online al di fuori dell’Australia;
  • non essere accompagnato da figli a carico;
  • non essere mai entrato prima sul suolo australiano con un visto di sottoclasse 417
  • dimostrare di avere una minima disponibilità economica iniziale di almeno $5000,00 dollari australiani sul tuo conto italiano (circa €3000,00 all’attuale tasso di cambio);
  • pagare $635 australiani (circa €380 all’attuale tasso di cambio) per la sua applicazione.

Quali vantaggi otterrai una volta ottenuto?

  • Tempo di permanenza sul suolo australiano della durata massima di 12 mesi, dal momento in cui entri in Australia;
  • possibilità di lavorare per mantenerti (se deciderai di svolgere per almeno 88 giorni uno specifico lavoro avrai anche la possibilità di estendere il Working Holiday Visa per un secondo anno. Potrai lavorare solo 6 mesi per lo stesso datore di lavoro);
  • entrare ed uscire dall’Australia un numero illimitato di volte;
  • potrai decidere di studiare in Australia fino ad un massimo di 4 mesi;
  • assistenza sanitaria pubblica australiana (Medicare) per i primi 6 mesi.

È importante comunque sapere che il governo australiano può decidere in qualsiasi momento di variare i requisiti e le caratteristiche che ti abbiamo appena elencato, come già, del resto, capitato in passato.
Ti consigliamo quindi, nel momento in cui deciderai di applicare per questo visto, di visitare il sito del 

governo australiano per eventuali variazioni

Come richiedere il tuo visto online

  • creare il tuo ImmiAccount;
  • cliccare su “New Application”;
  • selezionare Working Holiday Visa e compilare tutti i campi richiesti con i tuoi dati;
  • pagare con carta di credito (ti consigliamo Revolut per evitare costi di commissione su valuta estera).

Quali documenti dovrai fornire?

  • Passaporto in corso di validità;
  • dati personali;
  • indirizzo di residenza, email e numero di telefono;
  • estratto conto bancario e IBAN autenticato che certifichino un saldo minimo di $5000,00.

Richiesta di esami medici

Oltre ai documenti sopra elencati il governo australiano si riserva il diritto di richiedere l’esecuzione di esami medici specifici, come ad esempio una RX al torace, esami del sangue e una visita di medicina generale.

I motivi sono:

    1. Preservare la salute pubblica da malattie che possano rappresentare un pericolo;
    2. moderare le spese pubbliche per la sanità;
    3. garantire l’accesso alla sanità, già di per sé limitata, ai residenti permanenti e ai cittadini australiani.

Questa serie di esami clinici rappresenta la prassi per chi fa richiesta di un visto permanente in Australia, ma non per chi invece ne richiede uno temporaneo.
Allora quali sono le ragioni per cui il governo australiano potrebbe esigere l’esecuzione di questi esami clinici da chi, come noi, ha applicato o applicherà per un Working Holiday Visa.

Essenzialmente, le ragioni sono 3:

    1. Il livello di rischio di tubercolosi del tuo paese (l’Italia è classificata come “basso”;
    2. condizioni eccezionali: come ad esempio un viaggio che hai fatto nei mesi precedenti alla richiesta del visto australiano, in un paese considerato ad alto rischio.;
    3. la presenza di condizioni patologiche soggettive.

approvazione

Working Holiday Visa: approvazione

Una volta completati i passaggi che ti abbiamo elencato riceverai una mail che ti confermerà l’invio della domanda ed entro qualche ora o al massimo qualche giorno, una nuova mail contenente il tuo visto (IMMI grant notification). Controlla quindi che nel pdf alla casella “Application Status” vi sia scritto “Granted” per sapere di essere stato a tutti gli effetti accettato dal governo australiano. Inoltre, sempre all’interno del pdf, troverai scritto “For first entry, arrive by” con la data limite entro la quale dovrai entrare in Australia per non rendere nullo il visto.

Cosa stai aspettando allora?
Con il Working Holiday Visa potrai raggiungerci nella terra dei canguri (noi siamo di parte e ti consigliamo Sydney) e iniziare a vivere questa splendida esperienza!

Infografica: Working Holiday Visa - il visto migliore per trasferirsi in Australia