Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Farm in Australia: è davvero l’unica soluzione?

Farm in Australia

INDICE

Farm, farm e ancora farm!
È possibile che quando si pensa all’Australia, nell’immaginario collettivo italiano, il primo e unico lavoro che viene in mente sia quello nelle farm?
Noi viviamo in Australia, a Sydney, da diverso tempo e questa realtà la conosciamo bene.
Riceviamo centinaia di messaggi da ragazzi che ci contattano o commentano i nostri video sui social, chiedendoci se lavorare nelle farm in Australia sia l’unica opzione disponibile per trasferirsi qui.
È giunto allora il momento di sfatare questo mito una volta per tutte!

Working Holiday Visa e farm in Australia

Farm in Australia: vista di un campo australiano

Spesso quando si parla di Working Holiday Visa si parla di farm e quando si parla di farm si parla di Working Holiday Visa. Questo è dovuto al fatto che, in effetti, i due argomenti sono strettamente correlati.
Il Working Holiday Visa è un visto che permette a chiunque, sotto i 36 anni non ancora compiuti, di vivere in Australia per un anno, lavorando e visitando il paese nel mentre.
Lavorare nelle farm in Australia rappresenta il metodo più noto e comune per estendere il proprio WHV (Working Holiday Visa) per un secondo e persino un terzo anno.
Tuttavia, non è l’unico modo per farlo!

Farm in Australia e Specified Works

Farm in Australia

Il più grande dubbio che abbiamo notato nelle persone, basandoci sulla nostra esperienza, è il seguente: “Sono obbligato a lavorare nelle farm in Australia per poter rinnovare il Working Holiday Visa?”
Rispondiamo subito: no!
Il governo australiano consente il rinnovo del WHV non solo attraverso il lavoro nelle farm, ma anche tramite altri “Specified Works“.
Questi “lavori specifici” includono diverse opportunità lavorative, tra cui ad esempio anche il settore del turismo, ma devono essere svolte in determinate, specifiche e “remote” aree dell’Australia.
In pratica, se svolgerai uno di questi lavori, inclusi quelli nelle farm, per almeno 88 giorni (il requisito minimo stabilito dal governo australiano per il rinnovo del Working Holiday Visa), sarai idoneo a richiedere un secondo anno di WHV.

Perché fare o non fare le farm in Australia?

Farm in Australia

Lavorare in una farm in Australia offre un’opportunità unica di immergersi nella vita rurale australiana, sperimentando il duro lavoro e la gratificazione che deriva dalla produzione alimentare.
Inoltre, lavorando in farm, avrai l’opportunità di vivere in splendide aree rurali, circondato dalla natura selvaggia e da panorami mozzafiato.
D’altro canto, è proprio questa natura selvaggia che spaventa maggiormente gli italiani, noi inclusi, poiché è molto probabile, vivendo in mezzo alla natura, incontrare animali australiani molto pericolosi come serpenti e ragni.
Non solo. Lavorare nelle farm in Australia significa anche sottoporsi, nella maggior parte dei casi, ad una discreta dose di sforzo fisico (si, dovrai farti il C***). Se non sei predisposto per i lavori manuali o non ti senti in forma per affrontarli, allora le farm potrebbero non essere la scelta adatta a te.

Dove e quando fare le farm in Australia?

campo di ulivo in Australia

Se comunque lavorare nelle farm non ti spaventa e anzi, è un’esperienza che desideri vivere, allora prendi in considerazione queste 3 cose:

1) Opportunità di lavoro

Le opportunità di lavoro nelle farm in Australia variano in base alle stagioni agricole. Ad esempio, l’orticoltura e la frutticoltura spesso richiedono più manodopera durante la stagione della raccolta, che di solito va da ottobre a maggio.

2) Ricerca

È fondamentale fare una ricerca accurata sulle regioni e le colture che offrono lavoro durante il periodo in cui si desidera lavorare in Australia.

3) Harvest Guide

Consulta la Harverst Guide, la guida ufficiale del governo australiano per scoprire cosa viene raccolto e quando.

Altre soluzioni oltre alle farm in Australia

In conclusione, come già detto, il lavoro nelle farm in Australia non rappresenta l’unica soluzione per rinnovare il Working Holiday Visa; anche altri Specified Works lo permettono.
Inoltre, se desideri rimanere in Australia per più di un anno, il Working Holiday Visa non è l’unico visto a tua disposizione per farlo.
Effettivamente, la nostra esperienza è stata diversa. Siamo arrivati in Australia con il Working Holiday Visa, ma alla scadenza dell’anno, non l’abbiamo rinnovato e abbiamo optato per un visto diverso.
Se desideri approfondire e analizzare la tua situazione specifica per comprendere fin da subito e nel modo migliore possibile le tue possibilità di permanenza in Australia, ti consigliamo di fissare un appuntamento con
Otto Migration Services, l’agenzia d’immigrazione alla quale ci siamo rivolti anche noi. Tieni presente che, se prenoterai attraverso di noi, potrai ottenere un ottimo sconto sulla consulenza!